Il Santuario della SS. Annunziata di Firenze  - Ordine dei Servi di Maria - HOME      Pubblicazioni

 

La Novena e devozione dei nove sabati

alla SS. Annunziata di Firenze

 

 

 

La Devozione alla SS. Annunziata di Firenze - La Novena

 

L'immagine prodigiosa della SS. Annunziata di Firenze risale all'anno 1252, in cui il pittore Bartolomeo, che dai Sette SS. Fondatori dei Servi di Maria aveva avuto l'incombenza di rappresentare il mistero dell'Annunciazione, trovò miracolosamente terminato il volto della Vergine. La notizia si sparse subito in Firenze e altrove: e i fedeli principiarono a riportare tanti e così segnalati favori celesti da doverla salutare: Madonna Santa, Madre delle Grazie.

L'Immagine fu solennemente incoronata dal R.mo Capitolo Vaticano il giorno della Natività di Maria nel 1852. In memoria del grandioso avvenimento ogni anno si celebrano feste specialissime nel suo Santuario, durante la novena e il giorno suddetto 8 Settembre, con privilegio pontificio di Giubileo Perpetuo.

 

Novena e Devozione dei Nove Sabati alla SS. Annunziata di Firenze

 

La bella devozione dei Nove Sabati ad onore della SS. Annunziata è molto antica e si praticava già sin dal secolo decimosettimo, o in ogni tempo dell'anno, per ottenere qualche grazia particolare: ovvero in preparazione alla festa della SS. Annunziata.

Il metodo migliore da seguirsi il questa devozione, è il seguente:

Per quanto è possibile ogni sabato ci si accosti a ricevere la S. Comunione e subito dopo la Comunione oppure durante il giorno, si recitino le preghiere assegnate per ciascun sabato. Queste preghiere possono servire anche per ciascuno dei nove giorni di una Novena.

 

Primo giorno della Novena o primo sabato

v). Deus, in adiutorium meum intende.

R). Domine, ad adiuvandum me festina.

Gloria Patri etc.

Io ti saluto, o Maria!

ORAZIONE

Con tutto l'amore e la fiducia di un figlio verso la Madre sua, io vengo tuoi piedi, o SS. Vergine Annunziata, per impetrare il tuo soccorso. L’Arcangelo Gabriele, pieno di sacra riverenza, ti rivolse le parole: Io ti saluto, o Maria: ed io ripetendole tutto l'affetto del mio cuore, intendo di far memoria di quell'istante ineffabile in cui divenisti Madre di Dio, e per questo ricordo, così grande e soave per tutti i redenti, io ti scongiuro ad aver pietà di me e d'impetrarmi dal Figlio tuo le grazie di cui ho tanto bisogno.

È vero, io non merito il tuo soccorso, perché troppo fui sconosciente al mio Dio; ma tu, o Vergine potentissima, impetrami il perdono delle mie colpe e con esso l'aiuto che mi è necessario per sorgere dallo stato di abbattimento e di angustia in cui mi trovo. Per l'amore che porti al tuo Gesù, per l'amore che porti all'anima mia, non mi abbandonare, o pietosissima Madre, e fa'; che i gemiti della mia preghiera si cambino ben presto in inno di lode e di ringraziamento per il soccorso ottenuto.

Così sia.

Si aggiunga un Pater, e poi:

Angelus Domini nuntiavit Mariae: et concepit de Spiritu Sancto.

10 Ave Maria.

Ecce Ancilla Domini: fiat mihi secundum verbum tuum.

10 Ave Maria.

Et Verbum caro factum est: et habitavit in nobis.

10 Ave Maria.

Tre Gloria Patri alla SS. Trinità in ringraziamento dei privilegi concessi alla SS. Vergine.

 

LITANIE

 

Kyrie eleison.

Christe eleison.

Kyrie eleison.

Christe audi nos.

Christe exaudi nos.

Pater de Coelis Deus, miserere nobis.

Fili Redemptor mundi Deus miserere nobis.

Spiritus Sancte Deus, miserere nobis.

Sancta Trinitas unus Deus, miserere nobis.

Sancta Maria ora pro nobis (etc).

Sancta Dei Genitrix

Sancta Virgo Virginum

Mater Christi

Mater Divinae gratiae

Mater purissima

Mater castissima

Mater inviolata

Mater intemerata

Mater amabilis

Mater admirabilis

Mater Boni Consilii

Mater Creatoris

Mater Salvatoris

Virgo prudentissima

Virgo veneranda

Virgo predicanda

Virgo potens

Virgo clemens

Virgo fidelis

Speculum iustitiae

Sedes sapientiae

Causa nostrae laetitiae

Vas spirituale

Vas honorabile

Vas insigne devotionis

Rosa mystica

Turris Davidica

Turris eburnea

Domus aurea

Foederis arca

Janua Coeli

Stella matutina

Salus infirmorum

Refugium peccatorum

Consolatrix afflictorum

Auxilium Christianorum

Regina Angelorum

Regina Patriarcarum

Regina Prophetarum

Regina Apostolorum

Regina Martyrum

Regina Confessorum

Regina Virginum

Regina Sanctorum omnium

Regina sine labe originali concepta

Regina Sacratissimi Rosarii

Regina Pacis

Regina Servorum tuorum

 

Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, Parce nobis Domine.

Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, Exaudi nos Domine.

Agnus Dei, qui tollis peccata mundi, Miserere nobis.

v). Ave Maria, gratia plena.

R). Dominus tecum.

Oremus

Deus, qui de Beatae Mariae Virginis utero Verbum tuum, Angelo nuntiante, carnem suscipere voluisti; praesta supplicibus tuis, ut qui vere eam Genitricem Dei credimus, ejus apud te intercessionibus adjuvemur.

Per eumdem Christum Dominum nostrum,

R). Amen.

v). Nos, cum prole pia.

R). Benedicat virgo Maria.

Secondo giorno della Novena o secondo sabato.

v). Deus, etc. come il primo giorno.

Maria!

ORAZIONE

O Vergine SS. Annunziata, il tuo nome Maria, che significa stella luminosa per l'umanità, guida al porto di salvezza, attraverso le onde tempestose della vita; il tuo nome che ti dichiara Regina nostra dolcissima, è quello che io porto adesso sulle mie labbra, nell'invocare il tuo aiuto. Anche per me tu devi esser Maria, anche per questo tuo povero figlio tu devi esser àncora di salvezza, nelle angustie in cui si dibatte. Ebbene, o SS. Vergine Annunziata, tu puoi salvarmi; coll'onnipotenza tua supplichevole tu puoi impetrarmi dal Figlio tuo quegli aiuti e quelle grazie per cui t'invoco. Tutta la mia fiducia, o Maria, si appoggia alla tua intercessione: non mi abbandonare dunque ma vieni in mio soccorso ed io sarò consolato. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

Terzo giorno della Novena o terzo sabato

v.) Deus, etc. come il primo giorno

Piena di grazia.

ORAZIONE

L'Arcangelo Gabriele, o Vergine SS. Annunziata, ti salutò piena di grazia: non rigettarmi dunque se io torno ai tuoi piedi per domandarti di rendermi partecipe della grazia ineffabile che inondò l'animo tuo nel momento della tua Annunciazione. Non sei tu forse, o Maria, tutta la mia speranza negli affanni che assediano da ogni parte l'anima mia e dai quali non vedo altro scampo che nella tua potentissima intercessione presso il cuore del tuo Figlio Gesù? Soccorrimi dunque, o piena di grazia, effondi anche sopra di me i benefici influssi della tua potenza misericordiosa, come piacesti a Dio per la grazia di cui fosti ripiena, così fa' che io possa rendermi degno di ottenere da Lui, mediante la tua intercessione, le grazie e i favori di cui ho tanto bisogno. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

Quarto giorno della novena o quarto sabato

v.) Deus, etc. come il primo giorno

Il Signore è con te.

ORAZIONE

Chi potrà mai dubitare dell'amore che tu ci porti, o gloriosissima Vergine Annunziata: chi potrà mai dubitare che il tuo amore di Madre non ti spinga a soccorrere i figli tuoi che a te ricorrono nelle loro necessità? Ebbene, o Maria, che tutto puoi presso il cuore di Dio, vieni in mio aiuto nelle angustie che da ogni parte mi stringono: dì una sola parola e si farà pace e salvezza per l'anima mia. Il Signore è con te: tu dunque hai la sua onnipotenza, tu dunque puoi trionfare di tutto quanto insidia questo tuo figlio.

Soccorrimi perciò, o Vergine pietosissima, chiama anche me nel numero infinito di quelli che da te ripetono il loro aiuto e conforto. E se purtroppo la mia indegnità è d'ostacolo ai tuoi favori, ottieni anche a me da Dio, quelle disposizioni di pentimento, di umiltà, di amore che mi assicurino la tua benevolenza di Madre e con essa le grazie che domando. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

Quinto giorno della novena o quinto sabato

v). Deus, etc. come il primo giorno.

Tu sei benedetta fra tutte le donne.

ORAZIONE

Prediletta da Dio, innalzata sopra tutte le creature di cui fosti dichiarata Regina, o Vergine SS. Annunziata, tu ascoltasti dalle labbra di S. Elisabetta quell'elogio senza pari: Tu sei benedetta tra tutte le donne. Ed io ricordando queste parole di cielo, con tutto l'affetto del mio cuore ti supplico a volermi concedere che io le possa ripetere anche con tutto lo slancio di gratitudine di chi ha ottenuto per mezzo tuo misericordia e salvezza. Sii tu benedetta, io potrò dirti allora, sii tu benedetta, o Maria, che hai avuto compassione di un'anima afflitta ed hai rivolto su di lei il tuo sguardo pietoso. Soccorrimi dunque, o Madre di misericordia: prega per me il figlio tuo e non potrà mancarmi il suo aiuto onnipotente nei frangenti penosi in cui mi trovo. Per te, o benedetta tra tutte le donne, è venuta all'umanità la redenzione, la salvezza, la grazia: per mezzo tuo anche io, come spero fermamente, potrò intonare l'inno della lode e del ringraziamento per i favori ottenuti. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

Sesto giorno della novena o sesto sabato

v). Deus, etc. come il primo giorno.

E benedetto il frutto del tuo seno.

ORAZIONE

Benedetta tu, o Maria, fra tutte le donne, e benedetto il frutto del tuo seno, Gesù. Con quanta fiducia io ripeto queste parole che contengono tutta la ragione della tua ineffabile grandezza e potenza e che ricordano il mistero della tua elezione a Madre di Dio, Redentore degli uomini. Sei tu dunque la Madre della mia salvezza, sei tu dunque il trono della misericordia divina, sei tu dunque l'àncora della mia speranza tra le onde tempestose che minacciano di sommergermi. Vieni perciò in mio soccorso, o Madre dolcissima del mio Salvatore: ricorda al Figlio tuo con quanto amore lo accogliesti Bambino tra le tue braccia materne ed Egli si muoverà a pietà di me, facendo sottentrare alle lacrime della prova, la letizia della liberazione.

È questo che io spero dalla tua intercessione, o Maria: mostrati anche a me Madre di pietà e di misericordia e non potrà mancarmi l'aiuto divino che io tanto desidero. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

Settimo giorno della novena o settimo sabato

v). Deus, etc. come il primo giorno.

Santa Maria, Madre di Dio.

ORAZIONE

O Maria, Madre mia pietosissima e Madre del mio Salvatore, eccomi di nuovo ai tuoi piedi per domandare il tuo aiuto nelle necessità che da ogni parte mi stringono. È la Chiesa che m'insegna a chiamarti in mio soccorso con quelle parole dolcissime: Santa Maria Madre di Dio. Sì o tutta. Santa, o Immacolata, o Regina del cielo e della terra che portasti nel tuo seno per nove mesi Colui che l'universo non può contenere: per questa tua ineffabile grandezza, per tutti i gaudi della divina maternità, per tutti i dolori che essa costò al tuo cuore di Madre del Crocifisso, vieni, te ne scongiuro in mio aiuto. Purtroppo, io misero tuo figlio, oltre ad esser così povero nella grazia del Signore, tante volte ancora ho offeso il mio Dio e mi sono meritato ogni castigo. Ma tu, o Madre di misericordia, o rifugio dei peccatori, impetrami dal Figlio tuo quei sentimenti veraci di contrizione e di abbandono nella provvidenza divina che mi dispongano a ricevere quelle celesti benedizioni, che di tutto cuore, per tua intercessione io non cesso d'invocare. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

Ottavo giorno della novena o ottavo sabato

v). Deus, etc. come il primo giorno.

Prega per noi peccatori.

ORAZIONE

O Vergine Santissima Annunziata, io - ti ripeto adesso con tutto l'affetto di figlio, con tutta la fiducia che mi viene ispirata dalle stesse necessità in cui mi trovo, quelle parole che la Chiesa c'insegna: Prega per me peccatore. C'è tanta verità in queste parole, che io non so trovarne altre migliori per invocarti in mio aiuto: prega per me povero peccatore. Forse sarà mai abbreviata la mano di Dio che non possa salvare chi si pente di averlo tanto offeso: forse si potrà chiudere il tuo cuore di Madre sopra gli affanni di un figlio traviato che torna pentito al tetto paterno? Ebbene quel figlio sono io: e tu, o Maria, sei Colei che ai piedi del trono lei tuo Gesù presenterai le mie suppliche e m'impetrerai da Lui, colla misericordia e il perdono delle mie colpe, la salvezza nelle angustie che mi affliggono. È questa la mia speranza, o Maria, e non potrò esser confuso giammai. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

Nono giorno della novena o nono sabato

v). Deus, etc. come il primo giorno.

Adesso e nell'ora della morte nostra.

ORAZIONE

O Vergine Santissima Annunziata, o dolcissima Madre mia Maria, affretta te ne prego di venire in mio soccorso perché io non vada perduto. Tu lo vedi come da ogni parte mi stringono gli affanni, tu vedi come l'anima mia si trova in mezzo alle angustie e solo per la tua intercessione spera sollievo e conforto. Stendi, dunque pietosa verso di me la tua mano, salvami dalle onde che minacciano di sommergermi : è col cuore sulle labbra che io domando di pregare per me, d’intercedermi presso il Figlio tuo le grazie di cui ho tanto bisogno. O Vergine Santissima Annunziata, tu che sei tutta la mia speranza presso il trono di Dio, vorrai abbandonare questo tuo figlio, vorrai lasciarlo nelle prove in cui si dibatte? Volgi dunque le i tuoi occhi misericordiosi e per l’amore stesso che mi porti, ti scongiuro a tenermi sempre sotto la tua protezione in vita e in morte. E quando anche per me sarà l’ultimo giorno, io spero, io confido che per la tua intercessione l’anima mia sarà salva, e potrò cantare in eterno in Paradiso le grazie e io favori della misericordia del mio Dio che il tuo amore e la tua bontà mi avrà ottenuto. Così sia.

Poi tutto come il primo giorno.

ORAZIONE ALLA SS. ANNUNZIATA

 

Umilmente prostrato ai tuoi piedi, o Vergine SS. Annunziata, io vengo ad implorare il tuo aiuto nelle necessità in cui mi trovo.

Non si è mai detto e non si dirà mai che un tuo figlio sia stato da te abbandonato; io ti scongiuro perciò, o Madre benignissima, per la pietà e per la misericordia che hai sempre mostrato verso coloro che si sono affidati al tuo patrocinio, non ti dimenticare di me. Presenta le mie suppliche al trono di Dio, e per il mistero ineffabile della tua Annunciazione, fa' che io esperimenti l'efficacia del tuo soccorso.

Non sono degno, lo so, dei celesti favori, anzi tante volte, colle mie colpe, ho provocato i divini castighi, ma potrà mai mancarmi l'aiuto del Signore, se tu intercedi per me? Volgi adunque pietosa i tuoi occhi misericordiosi sopra questo tuo povero figlio, ricorda al tuo Gesù tutto l'amore che lo ha spinto ad immolarsi per la mia salvezza e per quello stesso amore domandagli, o Vergine pietosissima, quegli aiuti che io ora imploro e che confido di ottenere mediante il tuo valente patrocinio.

Così sia.

CON APPROVAZIONE ECCLESIASTICA